Skip to content

Dentosofia, medicina olistica, medicina integrata

Negli ultimi decenni sta prendendo sempre più piede la cosiddetta medicina integrata - in passato veniva chiamata medicina olistica o medicina alternativa, oggi la coscienza collettiva sta cambiando, insieme alle parole che utilizziamo per descrivere il processo in questione.

Medicina integrata perché al suo interno si integrano, per l'appunto, più sfere: il corpo umano non è considerato più un insieme di pezzi inanimati assemblati tra di loro, non si dà più tanto peso all'aspetto meccanicistico, ma si sta passando sempre di più a una considerazione globale dell'essere umano, come composto di materia, psiche e spirito.

La dentosofia rientra a pieno regime in tale definizione, in quanto sin dal principio prevede questa concezione dell'individuo che, fra l'altro, è ritenuto anche in perfetta integrazione, a sua volta, con l'ambiente (naturale e culturale) e con il cosmo.

dentosofia-medicina-integrata

Curarsi e guarire: c'è differenza

Qualche giorno fa ascoltavo una professionista raccontare dell'etimologia di queste due parole: curare e guarire.
Ne sono rimasta così impressionata che ho continuato a rifletterci per giorni; la trovo davvero illuminante!
Per dirla sinteticamente, sia il curare sia il guarire hanno a che fare con l'osservare, ma mentre la prima parola rimanda più a un prendersi cura, la guarigione indica un proteggere, un salvaguardare qualcosa di prezioso.

In particolare, dall'etimologia si evince che si passa dal curarsi al guarire nel momento in cui si accende una luce dentro - luce che la professionista in questione, in particolare, chiamava coscienza.

In altre parole, anche la medicina più "scientifica", anche tutti i medici abituati ad affidarsi ai farmaci allopatici, stanno realizzando con sempre maggiore convinzione il fatto che per superare la malattia e ripristinare la condizione di benessere, c'è bisogno di un'attivazione interiore, tanto da parte del dottore quanto da parte del paziente.
Deve accendersi una luce dentro, e questa luce trascende il corpo e la materia, va al di là di cure, alimentazione e abitudini di routine: travalica il piano materiale e raggiunge una coscienza che ha del metafisico - un metafisico che, però, oramai è assolutamente avvalorato e dimostrato, anche scientificamente.

dentosofia-medicina-integrata

L'autorità sul mio corpo

Quando si mira a questo genere di guarigione non si può più pensare di poter stare lì, passivi, come i pazienti dei vecchi tempi; non si può delegare il benessere del proprio corpo a un'altra persona - non è possibile, non funziona così.
Il medico ha delle competenze, certo, ma nessuno può avere più abilità di noi nell'ascoltare il nostro corpo, nel decodificarne i messaggi, nel sapere se una terapia sta funzionando oppure no, a quali pensieri ed emozioni si accompagna, se il medico è quello giusto per aiutarci a fare il salto, e via dicendo.

A mano a mano che si procede su questo cammino, per forza di cose ci si deve riappropriare della responsabilità e autorità indiscusse che ognuno di noi ha su di sé, e che ha il diritto di esercitare appieno.
I medici devono prospettare più alternative, perché ce ne sono sempre - raramente è solo una la via praticabile.
Solamente noi abbiamo il potere di decretare la decisione finale, perché dobbiamo optare per la strada che sentiamo come buona, perché dobbiamo anzitutto poter credere che la guarigione avverrà.
Senza questa credenza, infatti, di sicuro non avverrà; se ce l'ha anche il dottore ben venga, ma il tassello fondamentale restiamo sempre e solo noi - ricordiamocelo bene.

dentosofia-medicina-integrata

Trackbacks

Nessun Trackbacks

Commenti

Mostra commenti Cronologicamente | Per argomento

Nessun commento

L'autore non consente commenti a questa notizia