Skip to content

3 consigli (fuori dal coro) per la salute dell'intestino a primavera

Abbiamo visto più volte, oramai, che la salute dei denti, delle gengive e in generale della bocca, è strettamente connessa a quella dell'intestino; il che vuol dire che, prendendoci adeguatamente cura del nostro benessere intestinale, aiuteremo a guarire anche le nostre parodontiti, carie e gengiviti.

Di seguito alcune informazioni importantissime e confermate da professionisti seri, che si occupano di curare dalle malattie, di insegnare l'alimentazione e di studiare il benessere in senso olistico - informazioni importantissime e confermate, ma che purtroppo non si trovano quasi da nessuna parte. Così eccole qua!

primavera-benessere-intestino

La primavera è un periodo stressante, per l'intestino

Ogni stagione stimola il nostro sistema fisico, psichico ed energetico in un modo particolare e specifico, proprio solo di quella stagione; zoomando sulla primavera, possiamo rintracciare alcune stimolazioni chiare e innegabili:

- la primavera accende il fuoco;

- tutti ci sentiamo più carichi, vitali, entusiasti, desiderosi di goderci i piaceri della vita, a primavera, e quindi anche tendenti più al divertimento e al relax che all'efficienza e alla produttività - a meno che non facciamo un lavoro che adoriamo: in quel caso l'ondata di fuoco, vitalità e passione investe pure la sfera professionale e ce la godiamo anche lì.

- Tutto ciò che è latente in termini di annidamento di batteri da qualche parte, infiammazioni, irritazioni e così via, tende a venire a galla, in primavera; ecco perché l'arrivo di questa stagione, tradizionalmente, è collegato alle pulizie: perché anche per il corpo è un tempo di purificazione, di espulsione delle tossine.
In autunno ci si ammala spesso per effetto del freddo che arriva; in primavera, invece, ci si ammala di più per effetto del caldo: un'infiammazione, qualsiasi essa sia, è sempre un fuoco che si sprigiona, che da dentro dov'era accumulato, esce.

- La purificazione a cui il nostro corpo è sottoposto in primavera è un processo sano e benefico: è meglio assecondare le nostre esigenze fisiche profonde, altrimenti l'unico risultato che otteniamo è che, impedendo all'eccesso di calore di uscire, ce lo teniamo dentro, e lui col tempo aumenta e va in circolazione, creando problemi ben più gravi e pericolosi di quelli iniziali.

primavera-benessere-intestino

Consigli pratici per il benessere intestinale a primavera

Detto ciò, ecco 3 suggerimenti pratici per aiutarti a espellere ciò che devi, e a lasciarti andare al flusso di purificazione tipicamente primaverile, onde poter sbocciare anche tu come un fiore:

1) Attenzione a non mangiare troppi cibi crudi
A primavera iniziano ad attrarci di più perché sono freschi e veloci da preparare; ma per chi ha calore nell'intestino, consumare troppo spesso cibi crudi non funziona, fa lavorare l'intestino molto di più di quel che deve quando ingeriamo cibi cotti, e così aumenta ulteriormente il calore, aggravando la situazione.
Ok le insalate, ma con moderazione.

2) Aiuta la pelle a traspirare
Se ti accorgi che iniziano ad irritartisi alcune parti del corpo o a spuntarti dei brufoli in faccia, mettiti dei vestiti morbidi e in tessuti naturali, ed evita di coprire il viso con troppo trucco (se sei una donna): la tua pelle deve poter respirare perché possa purificarsi, riconquistando salute e bellezza. Se glielo impedisci, il problema si aggrava e il brufolo o bruciore diventano solo più grandi, gravi e... brutti.

3) Bevi acqua bollita
La porti a ebollizione e poi te la bevi, calda, come se fosse un tè ma senza niente dentro. Molti credono che non sia buona, ma non è vero: è neutra, come dev'essere l'acqua, gradevolissima di sapore, e dona una sensazione assai piacevole nella pancia.
So che quando inizia a fare caldo ci viene voglia di bibite fresche, ma devi ricordarti che nelle nostre pance c'è una temperatura prossima ai 40°: ogni bibita fresca (anche quelle a temperatura ambiente) è un piccolo shock per l'intestino.
E lui che fa? Se gli causiamo uno shock da gelo, per difendersene, reagisce producendo un sacco di calore tutto insieme. Ma noi eravamo partiti da un eccesso di calore nell'intestino, ricordi? E così, per avere la fugacissima goduria di una bevanda fresca che ci attraversa la bocca, ci causiamo ancora più fuoco nell'intestino e poi stiamo male.
Non ne vale la pena, quanto meno non quotidianamente.
Invece, come insegnano le culture tradizionali, quando il calore è tanto bisogna bere bibite calde e mangiare peperoncino, per stimolare il corpo a espellere l'eccesso di fuoco: lui esce e non ci crea più pericoli nel corpo.

Felice primavera anche a te!

primavera-benessere-intestino

Trackbacks

Nessun Trackbacks

Commenti

Mostra commenti Cronologicamente | Per argomento

Nessun commento

L'autore non consente commenti a questa notizia